Primi

Ti proponiamo un primo piatto spettacolare e gustoso di Carmela Masi, la nostra appassionata follower e cara amica, famosa su IG come melinaincucina. Si tratta delle pappardelle con i funghi cardoncelli, pomodori San Marzano pelati e peperoni rossi. Ti garantiamo che sono fantastiche. Ecco la ricetta per farle a casa….

Ingredienti per 4 persone:

- 400 gr di pappardelle

Per preparare il sugo:

- Olio evo q.b.
- Uno spicchio d’aglio schiacciato
- Sale q.b.
- Prezzemolo q.b.
- Peperoncino q.b.
- 1/2 peperone rosso, tagliato a julienne
- 300 gr di funghi cardoncelli
- 200 gr di pomodori san Marzano pelati

Procedimento:

Portare a bollore l’acqua per la cottura della pasta. Intanto, in un’ampia padella, soffriggere l’aglio schiacciato e un pezzetto di peperoncino, in olio evo. Appena l’aglio si dora, eliminarlo e aggiungere i funghi, tagliati grossolanamente. Mescolare, salare e far rosolare a fiamma media. Aggiungere, dopo poco, i peperoni a julienne e, infine, i pomodori pelati. Aggiustare di sale e far cuocere per una decina di minuti. Se occorre, aggiungere qualche cucchiaio di acqua calda. Calare la pasta, dopo 5 minuti di cottura, scolarla e mantecare nella padella con il sugo per 2 – 3 minuti, aggiungere prezzemolo tritato in abbondanza.
Il sugo lo merita, come sempre è consentita la scarpetta, anzi è d’obbligo.

Segui il profilo Instagram di Melinaincucina

Pubblicato in Primi

Un fantastico incontro di terra e di mare in questo piatto colorato e buonissimo del nostro caro amico Salvo Terruso, il famoso Pastaio Matto dei social. Sono i tubetti con crema di peperoni, vongole e granella di pistacchio. “A Paista ra Vita” (La Pasta della Vita), è un piatto che il Pastaio Matto ha dedicato a Don Giannuzzo e Don Carmelo, due personaggi siculi delle “storie" di Nonno Pippinu con la sua Taverna nella bella Monreale, cittadina poco distante da Palermo.
Potete trovare questa storia e tante altre storie nelle caption dei suoi piatti sulla pagina Instagram del Pastaio MattoSalvo qui ha usato i mezzi occhi di lupo di Pasta Di Martino. Il risultato è eccezionale, delicati, avvolgenti con la nota dolce della crema di peperoni che si sposa alla perfezione con la sapidità delle vongole e la granella di pistacchi a donare croccantezza. Davvero un gran piatto, ti proponiamo la ricetta per farlo a casa….

Ingredienti per 2 persone:

- 200 gr. di Tubetti o Mezzi Occhi di Lupo (Pasta Di Martino)
- Olio Evo q.b
- Sale q.b.
- 200 gr. Peperoni sott’olio evo
- 100 gr. Pecorino Siciliano
- 300 gr. Vongole
- Granella di Pistacchi q.b.
- Peperoncino q.b.

Procedimento:

Dopo aver fatto spurgare le vongole in abbondante acqua fresca, sciacquatele e lasciatele sgocciolare. Nel bicchiere del minipimer mettete i peperoni sott’olio, il pecorino, una manciata di granella di pistacchi e l’olio evo. Frullate il tutto fino ad ottenere una densa crema senza grumi, quindi regolate di sale. Portate ad ebollizione l’acqua, salate, quindi calate la pasta. Versate la Crema di peperoni in una padella, quindi aggiungete le vongole ed un mezzo mestolo di acqua di cottura della pasta.
Coprite la padella con un coperchio, quindi lasciatele aprire a fiamma moderata. Quando le vongole saranno tutte aperte sgusciatele tenendone da parte qualcuna col guscio, che serviranno per decorare i piatti.
Trasferite la pasta molto al dente nella padella con la crema di peperoni e vongole, quindi amalgamate e mantecate aiutandovi con l’acqua di cottura della pasta.
Dopo aver decorato il piatto con le rimanenti vongole e con la granella di pistacchi, servite il piatto ben caldo, e buon appetito !


Visita il profilo Instagram di Salvo Terruso - Il Pastaio Matto 

Pubblicato in Primi

Le bruschette sono davvero irresistibili. Comode da fare e gustosissime sono ideali quando si vuole portare a tavola qualcosa di buono. La brava Isabella Preziuso chef e anima della Locanda La Molara a Summonte ci regala la ricetta per fare queste deliziose e profumate bruschette con insalata di olive, peperoni e tartufo, belle da vedere e invitanti. Prova a farle, te ne innamorerai….

Per 4 persone:

- 4 fette di pane tostato
- 200 gr di olive
- Mezzo peperone sottaceto
- Un tartufo
- Olio Evo q.b.

Procedimento:

Tagliare a pezzetti le olive il peperone e grattugiare il tartufo. Metterli in una ciotola alta e coprirli del tutto con olio extravergine di oliva. Tostare le fette di pane su una griglia. E metterci sopra il preparato. Questa insalata di tartufo, peproni e olive può essere utilizzata anche come contorno, accanto alla carne alla brace e si conserva in frigo fino a 15 giorni.


Locanda La Molara
Via Campo di Maio, n.3
Summonte (Av)
Tel. 0825 691511
Visita il sito web della Locanda La Molara

Pubblicato in Antipasti

Questo è un primo piatto che abbiamo gustato tempo fa all’osteria l’Arzilla Furcina a Lecce. Meraviglioso è il profumo della crema di peperoni che avvolge le orecchiette, suadente e delicata la crema di burrata e a chiudere la nota croccante della granella di pistacchio. Un piccolo capolavoro e per di più è anche semplicissimo da fare.

Ingredienti per 4 persone:

- 400 gr di orecchiette
- 3 peperoni (noi abbiamo usato due gialli e un rosso)
- Mezza cipolla
- Uno spicchio di aglio
- Olio evo q.b.
- Pepe q.b.
- Sale q.b.
- 40 gr di parmigiano grattugiato
- 300 gr di burrata
- Basilico qualche fogliolina
- Granella di pistacchio q.b.

Procedimento:

Prepariamo e teniamo da parte la crema di burrata, la otterremo tagliando la burrata a pezzi e mettendola in un mixer con un pizzico di sale e di pepe e un filo di buon olio Evo. Azioniamo il mixer fino ad ottenere un composto omogeneo. Raccogliamolo in un vasetto e teniamolo in frigo, affinché si rapprenda un po’.
Questa operazione conviene farla un po’ prima. Poi la la crema di burrata va tolta dal frigo 30/40 minuti prima di cominciare a preparare gli ingredienti e cucinare le orecchiette.
Adesso dedichiamoci ai nostri peperoni. Laviamoli e asciughiamoli bene. Tagliamoli a pezzetti. In una padella mettiamo un filo di olio Evo, lo spicchio di aglio schiacciato, e la mezza cipolla tagliata a rondelle. Facciamo cuocere per due minuti, poi aggiungiamo i peperoni tagliati a pezzetti. Aggiustiamo di sale, mettiamo 4/5 foglie di basilico e facciamo cuocere per 10/12 minuti, girando di tanto in tanto. I peperoni dovranno appassire. Una volta cotti, facciamo intiepidire e versiamo il composto di peperoni in un mixer, ottenendo una bella crema bella densa. Prima di riporla in una ciotola, passiamola in un colino per setacciarla. Teniamola da parte.
Cuociamo le orecchiette in abbondante acqua salata. Intanto incorporiamo alla crema di peperoni a freddo il parmigiano grattugiato e mescoliamo bene. In una padella mettiamo la crema di peperoni. Una volta cotta la pasta, a fuoco lento mantechiamola bene in padella con la crema di peperoni. Impiattiamo, mettendo su ogni piatto due cucchiai di crema di burrata e un po’ di granella di pistacchi. Et voila ! Il piatto è pronto

L’Arzilla Furcina
Via Filippo Bacile, n.25
Lecce
Tel. 391 332 0419

Pubblicato in Primi

Queste belle giornate ci regalano dei fantastici abbinamenti... riusciamo ancora a trovare i peperoni che ci stanno per salutare in quanto non resisteranno ai primi geli e contemporaneamente troviamo già buone castagne... un po’ di ricotta ed ecco che lo chef Antonio Esposito della Grotta a Casalnuovo (Na) è riuscito a creare un piatto "povero" ma allo stesso tempo "ricco” di gusto. Lo chef ha scelto le taccole del pastificio artigianale sannita Artipasta, una pasta eccellente qui preparata con vellutata di peperoni gialli, “quenelle” di ricotta di pecora e sbriciolata di castagne. Ecco la ricetta per farle a casa...

Ingredienti per 4 persone:

- 400 gr. Taccole "Artipasta"
- 2 peperoni gialli
- 200 gr. ricotta di pecora
- 5/6 castagne lesse
- Sale e pepe q.b.
- Cipolla q.b.
- Qualche fogliolina di basilico per guarnire

Procedimento:

Laviamo bene i peperoni, li tagliamo a tocchetti e li cuociamo a vapore per una decina di minuti, frulliamo il tutto con un filo di olio evo aggiustiamo di sale e pepe.
Intanto lessiamo la pasta, facciamo imbiondire un po’ di cipolla tritata con un filo di olio aggiungiamo la vellutata e mantechiamo la pasta. Serviamo su un piatto piano e con l'aiuto di due cucchiai formiamo una “quenelle” di ricotta, insaporiamo con le castagne lesse tritate e una fogliolina di basilico. Et voilà, il piatto è pronto!

 

La Grotta Osteria Vineria
Corso Umberto I n. 176
Casalnuovo (Na)
Tel. 081 522 47 18

Pubblicato in Primi

Articoli Recenti

Articoli di Tendenza

nasce con una finalità ben precisa: proporsi come un nuovo modo di raccontare il food, dinamico, creativo, accattivante, fuori dai soliti schemi.

Search