Pane e derivati

Giovedì, 07 Aprile 2022 11:47

Piana delle Mandrie. Bovino (Fg)

Tornare a Bovino per me è sempre un piacere. Adoro questo borgo della Daunia, mi piace passeggiare nel suo stupendo centro storico, tra vicoletti suggestivi e antichi palazzi. Qui a Bovino si respira la storia e sono ancora vive le tradizioni contadine scandite dal lento rincorrersi delle stagioni. La Daunia è un territorio che amo proprio per questo, qui ci sono dei borghi bellissimi che sono testimoni di fatti storici notevoli e sono ancora presenti le “radici”. Tradizione e identità sono i tratti distintivi di questa terra. A Bovino torno sempre volentieri anche per fermarmi a pranzo all’Agriturismo Piana delle Mandrie dove queste tradizioni contadine sono fortissime e il legame con il territorio viene esaltato grazie alla passione e alla preziosa opera di Nicola Consiglio e della sua famiglia.

Agriturismo Piana delle Mandrie Ingresso alla sala
Agriturismo Piana delle Mandrie Ingresso alla sala

L’agriturismo Piana delle Mandrie si trova poco fuori il paese sulla Sp121 in contrada Padula, in pratica siamo all’altezza dell’incrocio Accadia - Panni. Qui si può trascorrere davvero una giornata all’insegna della natura e del relax. Piana delle Mandrie è anche un’azienda agricola con caseificio (meravigliosi i loro formaggi), poi c’è l’orto. Quasi tutti i loro prodotti sono a Km 0 (oserei dire a metri 0), presso la bottega dell’azienda si possono acquistare olio, salumi, formaggi e legumi.

Agriturismo Piana delle Mandrie caratteristici cartelli
Agriturismo Piana delle Mandrie caratteristici cartelli

Nicola Consiglio è l’anima di questo luogo. Lo conosciamo da anni perché sua è anche “La Cantina” un piccolo ristorante che si trova nel cuore del centro storico di Bovino, anche lì siamo stati spesso.
Ma tutto nasce qui alla Piana delle Mandrie (anche i piatti e i prodotti della Cantina). Arriviamo e parcheggiamo nel comodo e ampio parcheggio dell’Agriturismo. La location è bella come la ricordavamo, un’antica struttura in pietra con porte color pastello, e poi l’edificio centrale con le sale, la presenza di erbe spontanee regalano una bellissima atmosfera.

Agriturismo Piana delle Mandrie Caratteristico scorcio esterno
Agriturismo Piana delle Mandrie Caratteristico scorcio esterno

L’azienda agricola comprende, l’orto, la stalla con gli animali: mucche, asini, cavalli e maiali. E poi il caseificio con il punto vendita, un vero Paradiso per chi ama i formaggi, su tutti un meraviglioso caciocavallo podolico stagionato nelle antiche grotte di Bovino e una fantastica ricotta. Abbiamo prenotato per tempo il nostro tavolo da due. Ci accomodiamo al nostro tavolo. Le sale interne e gli ambienti sono tre, tanti i dettagli che restano impressi, il legno, i bellissimi i pavimenti in pietra, tanti oggetti di vita contadina alle pareti e un maestoso camino rivestito con delle cementine antiche.

Scorcio di una delle sale con il bel camino antico rivestito di cementine
Scorcio di una delle sale con il bel camino antico rivestito di cementine

Il menù è “a la carte”, cosa abbastanza inusuale trattandosi di un agriturismo. Normalmente siamo abituati a trovare menù fissi. Qui alla Piana delle Mandrie la scelta è differente e per certi versi anche impegnativa per la cucina soprattutto la Domenica e nei giorni festivi. C’è l’antipasto del contadino (una serie di pietanze fredde e calde che variano a seconda della stagionalità e reperibilità di prodotti e materie prime). Poi in carta ci sono addirittura cinque proposte di primi e sei secondi, oltre ai contorni e ai dessert.
Da bere ordiniamo una minerale e un buonissimo Nero di Troia locale, un rosso corposo e genuino così come la cucina di questo posto.
Cominciamo ordinando due antipasti del contadino. Ecco un assaggio di formaggi di loro produzione, da sottolineare la particolarità del formaggio all’aglio dal sapore deciso ma gradevolissimo e del formaggio al limone. Ottimo il salame di maialino nero..

Salamino e formaggi
Salamino e formaggi

Paradisiaca la ricotta, delicata, morbida, profumata.. Come detto i formaggi come tanti altri prodotti che gusteremo nel nostro pranzo si possono acquistare al punto vendita dell’azienda. Come a dire “prima li degusto e poi, se voglio, posso comprarli”.

Ricottina prodotta da Piana delle Mandrie
Ricottina prodotta da Piana delle Mandrie

Ecco poi delle frittelle di pasta cresciuta, mangiate calde calde appena fatte, sempre gradite…

Frittelle di pasta cresciuta
Frittelle di pasta cresciuta

Si continua alla grande con un protagonista assoluto della cucina contadina della Daunia: il pancotto. Il vero sapore della tradizione, con la presenza anche delle patate come si faceva una volta…

Pancotto
Pancotto

E che dire delle patate con olive infornate e peperoni cruschi? Altro commovente esempio di sapienza contadina..

Patate olive infornate e peperoni crischi
Patate, olive infornate e peperoni cruschi

Poi, come in un crescendo rossiniano ecco una serie di assaggi: rosti di patate e cipolla, due tocchetti di frittata con funghi e tartufo, due funghetti ripieni, due crocchette di patate ricoperte di guanciale, due tocchetti di pizza di mais con caciocavallo e crema di tartufo e due polpettine di pane e ricotta. Che bontà! Nota di merito per la buonissima frittata, i tocchetti di pizza di mais con caciocavallo e tartufo e le polpette di pane e ricotta (deliziose).

Antipasti caldi e finger food
Antipasti caldi e finger food

Chiudiamo alla grande l’antipasto del contadino con delle fantastiche bruschette con fagioli, olio evo della Daunia e polvere di peperone crusco.

Bruschette con olio della Daunia fagioli e pepeone crusco
Bruschette con olio della Daunia fagioli e pepeone crusco

L’antipasto del contadino è abbondante e ricco, al punto che potremmo già essere sazi. Un vero inno alla cucina contadina della tradizione con tanti prodotti e piatti dai sapori di un tempo. Quel pancotto poi meriterebbe l’Oscar….In attesa che arrivino i due primi che abbiamo ordinato, facciamo un giro all’esterno anche se la giornata non è propriamente primaverile (anzi). Scattiamo qualche foto e ci rilassiamo godendo della bellezza di questo luogo agreste dove anche il tempo sembra scorrere più lento. Rientriamo ed ecco le orecchiette con broccoli, salsiccia croccante e pomodoro secco. Piatto ben strutturato e dai sapori decisi.

Orecchiette con broccoli salsiccia croccante e pomodori secchi
Orecchiette con broccoli, salsiccia croccante e pomodori secchi

Ma il top lo raggiungiamo con i fusilli irpini alla bersagliera con capocollo, pomodorini e cubetti di caciocavallo fuso. Uno dei piatti più amati e richiesi dai clienti e dagli ospiti di Piana delle Mandrie, un vero e proprio must. Talmente buoni che poi ci siamo fatti regalare la ricetta da Nicola Consiglio.

Fusilli irpini alla Bersagliera con capocollo pomodorini e caciocavallo
Fusilli irpini alla Bersagliera con capocollo, pomodorini e caciocavallo

Siamo sazi ma decidiamo di gustare anche un secondo da dividerci, la scelta cade sull’arrosto di maialino cotto a bassa temperatura con patate novelle. La carne era morbidissima e succosa, si scioglieva letteralmente in bocca. Davvero un ottimo secondo.

Maialino con patate
Maialino con patate

Che pranzo è senza un dolcetto? Prendiamo un bel tiramisù in due.

Tiramisù
Tiramisù

Accompagniamo il dolce con due bicchierini di nocino di loro produzione (ovvio!) e chiediamo il conto. 

Nocino
Nocino

Per il nostro pranzo da Piana delle Mandrie paghiamo 35 euro a persona. Corretto il rapporto qualità prezzo. 

Piana delle Mandrie a Bovino si conferma alla grande. Fantastico agriturismo immerso nella natura, dove ritemprarsi assaporando piatti della cucina contadina della Daunia. Una cucina sincera fatta con prodotti eccellenti (quasi tutti prodotti dalla loro azienda agricola o comunque di piccoli produttori locali). Qui nel loro punto vendita è possibile anche acquistare olio, salumi, legumi e i meravigliosi formaggi che vengono fatti nel caseificio aziendale, dove nascono nodini di mozzarella, ricotta, caciocavalli e formaggi di ottima fattura. Per i bambini poi ci sono divertimento e attività ludiche, grazie alla fattoria con gli animali, ad iniziative didattiche, con la presenza, la Domenica e nei giorni festivi, di un’animatrice che li segue e si occupa di loro.
La cucina poi è la vera protagonista alla Piana delle Mandrie, una cucina che affonda le radici nella tradizione contadina locale, si possono degustare piatti e prodotti con sapori d’altri tempi. Buonissimi i formaggi di loro produzione, meraviglioso il pancotto, fantastico il piatto con patate, olive infornate e peperoni cruschi, le bruschette con i fagioli creano dipendenza. I fusilli alla bersagliera sono un must e sono richiestissimi. Gustandoli non faticherai a capire il perché. Il maialino poi era delizioso. Insomma provare per credere. A completare il tutto c’è l’accoglienza calorosa del patron Nicola Consiglio, gentile e sempre presente e di sua moglie Agata. Il servizio è veloce e senza sbavature. Corretto il rapporto qualità – prezzo con porzioni capaci di soddisfare anche i palati più esigenti. Insomma non ti ho ancora convinto? Prova e mi darai ragione. L’Agriturismo Piana delle Mandrie a Bovino è una certezza. Garantiamo noi.
Ci rivediamo presto, magari di sera, per gustare la loro pizza di cui si dice un gran bene….

 

Piana delle Mandrie
Sp. 121 – Incrocio Panni Accadia
Contrada Padula
Bovino (Fg)
Tel. 0881966406 – 3897897956
Visita la pagina Fb dell’Agriturismo Piana delle Mandrie

Pubblicato in Puglia
Lunedì, 07 Settembre 2020 18:51

Piana delle Mandrie. Bovino (Fg)

Di tanto in tanto torno a Bovino, un borgo che adoro, uno dei più belli e caratteristici della Puglia. Questo per me è luogo magico, mi piace passeggiare nel suo centro storico tra vicoletti e strade acciottolate, ammirando palazzi antichi e vecchi portali. In particolare è molto bello il Duomo (la Chiesa di Santa Maria Assunta risalente al X secolo). Mi piace “respirare” la storia e le tradizioni locali.
Abbiamo da poco superato il confine tra Campania e Puglia, siamo in provincia di Foggia, nel territorio dei Monti Dauni, terra aspra e generosa, terra di antiche tradizioni contadine che vivaddio sono ancora vive.
Queste tradizioni le ritroviamo come in un naturale e generoso compendio all’Agriturismo Piana delle Mandrie.

Agriturismo Piana delle Mandrie Caratteristico scorcio esterno
Agriturismo Piana delle Mandrie Caratteristico scorcio esterno

Ci siamo spostati di 5 minuti dal paese siamo sulla Sp 121 in contrada Padula all’altezza dell'incorcio Accadia-Panni.
Piana delle Mandrie è un’azienda agricola con annesso caseificio (producono e vendono formaggi squisiti), orto e agriturismo. Questo è il regno di Nicola Consiglio, vero vulcano di passione ed energia. Ospitale e sincero come pochi. 
Lo conosciamo da anni perché suo è anche il ristorantino La Cantina dove siamo stati più volte, nel centro storico di Bovino. Ma dovevamo passare a trovarlo qui alla Piana delle Mandrie dove in pratica nasce tutto.
Cominciamo col dire che la struttura è dotata di ampio e comodo parcheggio.

Agriturismo Piana delle Mandrie Caratteristico cartello
Agriturismo Piana delle Mandrie Caratteristico cartello

Una volta arrivati si viene catapultati in un’oasi di verde e di pace, la struttura è molto bella e caratteristica, un mix riuscitissimo di tradizione contadina dauna e un tocco di Provenza grazie ai colori delle porte esterne dell'antica struttura in pietra e alla lavanda selvatica che insieme al rosmarino e alle erbe spontanee regala un tocco di magia all’ambiente.

Agriturismo Piana delle Mandrie Bovino Esterno
Agriturismo Piana delle Mandrie Bovino Esterno

All’esterno ci sono l’orto, la stalla con gli animali: mucche, asini, maiali. E poi c’è il caseificio con il punto vendita dove si possono acquistare i formaggi di loro produzione su tutti una ricotta divina e un commovente caciocavallo stagionato nelle antiche grotte di Bovino.

Agriturismo Piana delle Mandrie Indicazioni
Agriturismo Piana delle Mandrie Indicazioni

Ovviamente c’è l’Agriturismo, entriamo, ci accompagnano al nostro tavolo. All'interno è un trionfo di legno e pietra, ci sono tre ambienti con begli oggetti e mobili restaurati e tanti oggetti antichi legati alla vita contadina alle pareti e un bellissimo camino rivestito di cementine antiche. Tutto davvero molto bello.

Scorcio di una delle sale con il bel camino antico rivestito
Scorcio di una delle sale con il bel camino rivestito di cementine antiche

A differenza di ciò che accade in altri agriturismi dove c’è quasi sempre un menù fisso, qui oltre all’antipasto del contadino che cambia a seconda della stagione e delle materie prime disponibili, c’è la possibilità di scegliere tra quattro primi e quattro secondi. Trovo questa cosa un valore aggiuntoanche se impegnativa per la cucina (soprattutto la Domenica e nei giorni di grande presenza di ospiti e clienti). Avere la possibilità di scegliere cosa mangiare e magari anche di gustare l’abbondante antipasto e un primo o un secondo è una cosa davvero positiva.
Da bere ci portano una minerale e un generoso vino locale, un Nero di Troia bello corposo. Cominciamo con due antipasti del contadino, un vero trionfo di bontà.
Cominciamo con delle frittelline sempre gradite...

Frittelline
Frittelline

A seguire formaggi prodotti dal caseificio di Nicola Consiglio: primo sale al peperoncino, caciocavallo stagionato in grotta e pecorino con un delizioso salamino di maialino nero (attenzione crea dipendenza). Da sottolineare la bontà del caciocavallo, pungente, sapido, gustoso, profumato. Davvero eccellente.

Salamino e formaggi
Salamino e formaggi

E una ricottina delicata e buonissima.

Ricottina
Ricottina

E ancora ci servono del farro al pesto di basilico con pomodorini freschi.

Farro con pesto e pomodorini
Farro con pesto e pomodorini

E la classica “ciambotta” di verdure con patate, sedano, zucchine, fagiolini e pomodori. La vera tradizione contadina, sapori antichi che ci ricordano la cucina della nonna. Che bontà…

Ciambotta di verdure
Ciambotta di verdure

L’antipasto del contadino non finisce qui ! In un crescendo rossiniano arriva altro ben di Dio…

Continua lantipasto del contadino
Continua l'antipasto del contadino

Delle gustosissime polpette di melanzane e ricotta…

Polpette di melanzane e ricotta
Polpette di melanzane e ricotta

Due tocchetti di gateau di patate…

Tocchetti di gateau di patate
Tocchetti di gateau di patate

Dei peperoni ripieni profumatissimi....

Peperoni ripieni
Peperoni ripieni

Una parmigianina di zucchine semplicemente divina…

Parmigianina
Parmigianina

E un rosti di patate e cipolle. L’antipasto del Contadino è vario e abbondante. Tante proposte e assaggi di piatti legati al territorio, alla stagione e ben cucinati. Vero trionfo della cucina contadina….

Rosti di patate e cipolle
Rosti di patate e cipolle

Siamo in due e abbiamo ordinato due primi diversi, in attesa che arrivino, facciamo due passi fuori per scattare qualche foto e goderci la bellezza di questo luogo incantato dove il tempo sembra fermarsi e regalare poesia.
Rientriamo ed ecco i primi piatti: dei cavatelli ai sapori di bosco con funghi, salsiccia fresca, rucola, pomodorini e peperoncino. Piatto ben concepito e saporito.

Cavatelli ai sapori di bosco
Cavatelli ai sapori di bosco

Ma il top lo raggiungiamo con i rigatoni napoletani dell’ortolano, semplicemente deliziosi. Fatti con pesto di zucchine, pomodori secchi, salsiccia e provola affumicata. Talmente buoni che abbiamo chiesto per voi la ricetta.

Rigatone napoletano dell'ortolano
Rigatone napoletano dell'ortolano

Siamo sazi e felici ma non possiamo non assaggiare un secondo e la mia scelta cade sull’arrosto di maiale nero cotto a bassa temperatura. Spettacolare, cotto alla perfezione con la carne morbida che si scioglieva in bocca.

Arrosto di maiale nero cotto a bassa temperatura
Arrosto di maiale nero cotto a bassa temperatura

E che dire di quelle patate al forno che ho preso come contorno? Poesia contadina.

Patate al forno
Patate al forno

Purtroppo saltiamo il dolce, prendiamo caffè, nocino artigianale di loro produzione. Paghiamo per il nostro pranzo 63 euro in due. Corretto il rapporto qualità - prezzo.

Piana delle Mandrie a Bovino racchiude in sé quello che dovrebbe essere un agriturismo. La location è suggestiva e caratteristica, in pratica un antico casolare di campagna debitamente ripreso. L’atmosfera ti rimanda alla vita di campagna di un tempo ma trovo che ci sia in questa struttura anche qualcosa che richiama la Provenza, sarà per via del colore pastello delle porte del casale antico in pietra. Anche i bambini hanno di che divertirsi, spesso qui durante l’anno organizzano giornate didattiche e di apprendimento e la Domenica c’è un’animatrice che li intrattiene spiegando loro tra le altre cose come si stende la pizza.
E poi ci sono gli animali tenuti in modo fantastico e a contatto con la natura.
La cucina è quella della tradizione contadina locale che segue la stagionalità dei prodotti (quasi tutti dell’azienda o comunque di piccoli produttori locali). Nota di merito per i formaggi prodotti nel piccolo caseificio aziendale, in particolare per il caciocavallo stagionato in grotta, delizioso.
Piana delle Mandrie è un’ tradizione di famiglia che si tramanda nel tempo e tanto lavoro quotidiano per portare avanti l’azienda agricola e l’agriturismo.
Fantastica l’accoglienza, il padrone di casa Nicola Consiglio e la moglie Agata sono gentili e premurosi. Servizio rapido e preciso. Corretto il rapporto qualità - prezzo. Tornerò a breve di sera per gustare la pizza (pare sia molto buona) e fatta in modo totalmente naturale con farine di grani autoctoni.
Piana delle Mandrie a Bovino è un’esperienza che ti lascerà ricordi fantastici, qui mangi la cucina contadina della tradizione della Daunia e puoi rilassarti per qualche ora. Agriturismo consigliatissimo, garantiamo noi.



Agriturismo Piana delle Mandrie
Sp. 121 – Incrocio Panni Accadia
Contrada Padula
Bovino (Fg)
Tel. 0881966406 – 3897897956
Visita la pagina FB dell'Agriturismo Piana delle Mandrie

Pubblicato in Puglia

Quella che voglio raccontarvi è un’esperienza che credo valga la pena condividere. Un misto di buona cucina, tradizioni e una sensazione di pace che raramente ho trovato altrove. Sono stato di Domenica a pranzo in un posto davvero magico: l’Agriturismo Masseria Monte Preisi. Siamo nel cuore della Daunia nel territorio di Orsara di Puglia a circa 3 km dal borgo, ai piedi del Monte Preisi (da cui l’agriturismo prende il nome). Dal centro del paese si arriva con l’auto in pochi minuti attraversando anche un bosco. 

Agriturismo Masseria Monte Preisi Orsara di Puglia FgAgriturismo Masseria Monte Preisi - Orsara di Puglia (Fg)

L’Agriturismo Monte Preisi è una masseria didattica completamente immersa nel verde, con un meraviglioso orto da cui proviene la gran parte delle cose che propongono e alcuni sentieri nel bosco che vi daranno la possibilità di fare salubri passeggiate nella natura. E poi ci sono tanti placidi e sorridenti animali da ammirare che faranno la gioia di grandi e piccini.

Uno dei simpatici animali dellAgriturismo okUno dei simpatici animali dell'Agriturismo

Veniamo accolti con grande gentilezza dal personale e dai titolari. Prima di accomodarci facciamo un giro all’esterno per godere delle bellezze di questo luogo.

Agriturismo Masseria Monte Preisi Orsara di Puglia Fg Dettaglio esternoAgriturismo Masseria Monte Preisi - Orsara di Puglia (Fg) - Dettaglio esterno

All’esterno la struttura ha le fattezze di un vero casale di campagna con un corpo centrale in pietra viva, uno spazio antistante ampio e un panorama bellissimo.

Agriturismo Masseria Monte Preisi Orsara di Puglia Fg EsternoAgriturismo Masseria Monte Preisi - Orsara di Puglia (Fg) - Esterno

Lasciatevi cullare dal vento, baciare dal sole e ammirate il susseguirsi delle stagioni ammirando il colore delle foglie e della natura che cambia e ammalia in ogni periodo dell’anno. All’interno dominano la pietra e il legno e poi alle pareti e appesi tanti oggetti legati alla vita e al mondo contadino.

Particolare sale interneParticolare sale interne

Ci accomodiamo e ci facciamo guidare da loro in un percorso enogastronomico fatto di buoni sapori della terra. Si comincia con una degustazione di formaggi locali: caciocavallo e formaggio primo sale serviti con erbette raccolte nell’orto poco prima del pranzo.

FormaggiFormaggi

Poi delle buonissime bruschette fatte con un pane eccezionale (del resto siamo ad Orsara, famosa per il suo pane) e dei buonissimi pomodori di campagna.

BruschetteBruschette

Ci viene servito poi un piatto con salumi locali di maiale nero, un nodino di mozzarella, involtino di zucchina con formaggio primo sale e prosciutto crudo, un crostino con lardo di maiale nero e timo cedrino e un piccolo trancio di frittata con le ortiche. Tutto davvero buonissimo …

AntipastoAntipasto

Continuano le danze con due chicche: una zuppa di ceci neri e alloro. Particolare è l’uso di questo legume antichissimo, tipico soprattutto delle zone interne della Puglia e della Basilicata. I ceci neri sono gustosi, ricchi di proprietà e hanno la particolarità di essere molto resistenti e in grado di essere coltivati anche in condizioni non semplici. Hanno un sapore più deciso e sono perfetti abbinati con le erbe spontanee, in questo caso azzeccato l’abbinamento con l’alloro.

Zuppa di ceci neriZuppa di ceci neri

L’altra zuppa è con fagioli e borragine, altra regina delle erbe spontanee selvatiche della zona. Meravigliosa.

Zuppa di fagioli e borragine

Chiudiamo il nostro antipasto con un pasticcio di melanzane con pomodorini e caciocavallo. Che bontà!

Pasticcio di melanzane pomodorini e caciocavalloPasticcio di melanzane pomodorini e caciocavallo

Di tanto in tanto ci alziamo per goderci lo spettacolo all’esterno e rilassarci. Intanto arriva il primo piatto, una proposta di stagione: orecchiette con zucca, noci e pancetta. Notevole.

Orecchiette zucca noci e pancettaOrecchiette zucca noci e pancetta

Siamo già sazi e nostro malgrado decidiamo di saltare il secondo. La scelta era comunque invitante: arrosti misti, carne al sugo, e contorni di stagione tra cui delle meravigliose patate di montagna. Passiamo al dolce e alla frutta. Ci servono della frutta di stagione con due crostate, una di more e l’altra con marmellata di mele cotogne. Anche qui tanto di cappello, a queste crostate mancava solo la parola.

Frutta e dolceFrutta e dolce

Poi ci concediamo un liquorino alla mentuccia e uno di prugnolo, ci vengono serviti all’aperto sotto uno spettacolare leccio secolare...

LiquoriniLiquorini

Ci intratteniamo a parlare con Massimo, uno dei padroni di casa, che ci fa visitare il suo orto. Da qui proviene quasi tutto quello che si gusta a tavola, dalla verdura, agli ortaggi alle erbette. Sentendolo parlare si nota la passione, la dedizione con cui porta avanti questo progetto fatto di cose vere, reali, semplici.

Massimo uno dei padroni di casa nellorto della MasseriaMassimo uno dei padroni di casa nell'orto della Masseria

Chiediamo il conto e paghiamo per il nostro pranzo (compreso di acqua, vino della casa e due caffè) 45 euro in due. Considerate che per un pranzo completo compreso di secondo (naturalmente) con contorni vari siamo sui 30 euro a persona. Soldi comunque ben spesi per mangiare in un piccolo angolo di paradiso.

L’Agriturismo Masseria Monte Preisi merita la vostra visita. E’ il posto ideale per trascorrere una giornata in completo relax provando una cucina fatta di sapori autentici e genuini, una cucina contadina quindi con un marcato uso di erbette spontanee usate per insaporire sia i piatti caldi che gli antipasti.
Venire qui significa staccare realmente la spina, godere di un paesaggio, di una pace e di una tranquillità uniche. E’ una stupenda masseria didattica dove anche i bambini possono apprendere tante cose e vedere da vicino animali e piante. Atmosfera familiare che invita alla convivialità e al relax. Buono il servizio, ottimo il rapporto qualità prezzo. Da non perdere.


Agriturismo Masseria Monte Preisi
Contrada Monte Preisi
Orsara di Puglia (Fg)
Tel. 3298933952
Visita la pagina Fb dell’Agriturismo Masseria Monte Preisi

Pubblicato in Puglia

Articoli di Tendenza

nasce con una finalità ben precisa: proporsi come un nuovo modo di raccontare il food, dinamico, creativo, accattivante, fuori dai soliti schemi.

Search