Lunedì, 16 Luglio 2018 12:51

Osteria Al Duomo. Vieste (Fg)

Siamo nel caratteristico centro storico di Vieste che ha mantenuto quasi intatte le sue caratteristiche originarie: piccole e strette viuzze, molte di queste con gradini, palazzi antichi, slarghi, piazzette, un’architettura caratteristica e scorci da togliere il fiato.  Quando possiamo ci rifugiamo qui, amiamo questo luogo, ci sentiamo quasi a casa. In giro ci sono tanti turisti come ovvio dato il periodo. Dopo aver passeggiato a lungo andiamo a cena all’Osteria al Duomo.

Osteria al Duomo. Vieste (Fg) - Insegna
Osteria al Duomo. Vieste (Fg) - Insegna 

Non è la prima volta che veniamo qui ma di tanto in tanto torniamo per provare la cucina dello chef Vincenzo Bua.

Siamo nel cuore della Vieste Medievale a pochi gradini dal Duomo, il locale si trova in un piccolo e caratteristico vicolo viestano. La gentilissima Federica ci accompagna al nostro tavolo all'interno.
L’impatto entrando è sempre notevole, ci sono quattro sale tutte in pietra viva più una quinta sala (sempre in pietra) di fronte dall'altro lato del vicoletto e un po’ di tavoli all’esterno (presi d’assalto). L’Osteria al Duomo è molto bella, la struttura risale addirittura al ‘400 e una sapiente opera di restauro e riqualificazione ha portato alla luce, pietra, chianche e tutta la bellezza di un edificio pieno di storia.

Ingresso Osteria
Ingresso Osteria

Da bere ordiniamo una minerale e due calici di rosato di Negramaro del Salento. Arrivano pani e tarallini pugliesi, intanto diamo un’occhiata al menù.
Ci sono piatti e proposte notevoli, mi colpisce la presenza di eccellenti prodotti del territorio. Chiaramente domina il pesce ma c’è anche qualche intrigante proposta di carne.
Noi prendiamo un polpo "rosticciato" sulla sua acqua di cottura montata al barbecue. Semplicemente eccellente, il polpo croccanti ma al contempo morbido e gustoso, fantastica poi la maionese fatta esclusivamente con la sua acqua di cottura e senza uova. Chapeau! 

Polpo rosticciato
Polpo rosticciato

L’altro antipasto è un sorprendente sformatino di alici, zucchine e provola, equilibrato, giustamente sapido. Davvero notevole.

Sformatino di alici zucchine e provola
Sformatino di alici zucchine e provola

Sorseggiamo il nostro vino tra una chiacchiera e l’altra. Di tanto in tanto si avvicina Pasquale perfetto padrone di casa, per controllare che tutto sia di nostro gradimento.
E’ il momento dei primi. Ecco i troccoli con crema di cacioricotta e peperoncino su salsa di pomodoro grigliato. Un piatto sorprendente, ricorda (come gusto) i tonnarelli cacio e pepe della tradizione romana arricchiti dalla salsa di pomodoro grigliato.

Troccoli con crema di cacio ricotta e peperoncino su salsa di pomodoro grigliato
Troccoli con crema di cacio ricotta e peperoncino su salsa di pomodoro grigliato

L’altro primo è uno dei nostri piatti preferiti (ma a giudicare dalla presenza sui tavoli vicini, è uno dei più amati anche dagli altri clienti): i troccoli alle delizie dell’Adriatico, un piatto ricco con cozze, gamberi, cicale, scampi, polpi e calamari. Fantastici…

 Troccoli alle delizie dell'Adriatico
 Troccoli alle delizie dell'Adriatico

Non possiamo esimerci dal provare anche un secondo e allora ne prendiamo uno in due. Anche qui la nostra scelta è stata più che azzeccata: calamari farciti con ortaggi e mousse di lenticchie. Divini…

Calamari ripieni di ortaggi con mousse di lenticchie
Calamari ripieni di ortaggi con mousse di lenticchie

Nostro malgrado saltiamo il dolce. Per finire un caffè un limoncello e chiediamo il conto. Paghiamo in due 72,00 euro. Ottimo rapporto qualità prezzo.

Ogni volta che torniamo qui, l’Osteria Al Duomo non solo si conferma ma se è possibile migliora addirittura. La cucina dello chef Vincenzo Bua mette insieme i sapori della tradizione viestana nobilitati da tecniche innovative e la giusta dose di creatività.  Ottime proposte, abbinamenti riusciti ed un’attenzione importante anche alla presentazione dei piatti. Complimenti Vincenzo! Preziosissimo anche il supporto in cucina di sua moglie Isa.
Il servizio è attento, veloce e professionale. Buona la carta dei vini e notevole quella dei distillati, insomma qui anche a fine pasto ci si può divertire. Corretto il rapporto qualità – prezzo. L’Osteria al Duomo rappresenta una certezza. Da provare e riprovare … Garantiamo noi.


Osteria Al Duomo
Via Alessandro III n. 23
Vieste (Fg)
Tel. 0884 708243
Visita il sito web dell’Osteria Al Duomo di Vieste 

 

Pubblicato in Puglia
Venerdì, 05 Gennaio 2018 14:01

Trattoria La Lanterna. Venafro (Isernia)

La Trattoria La Lanterna è un posticino che ci sentiamo di consigliare. La location è molto caratteristica, la cucina è genuina, verace, fatta con prodotti del territorio preparati senza fronzoli particolari. Non aspettatevi effetti straordinari o piatti da gourmet ma una cucina sincera. Il portafogli non ne risentirà, il rapporto qualità-prezzo è davvero ottimo.

Siamo in provincia di Isernia a Venafro, la quarta città del Molise per numero di abitanti. Ci troviamo nel lembo estremo occidentale della regione, proprio al confine con Lazio e Campania. In effetti è un passaggio di transito obbligato per chi proviene da queste due regioni. Piccola curiosità Venafro fino al 1863 apparteneva alla “Terra di Lavoro” ed ancora oggi conserva usi ed affinità linguistiche con questa zona della Campania. Il paese si trova su una piana e intorno a fare da cornice tutta una serie di monti. Il borgo antico è molto caratteristico. Dopo un giro nel centro storico ci fermiamo per pranzo alla Trattoria La Lanterna per gustare la cucina tipica e genuina del luogo.

Trattoria La Lanterna. Venafro (Is) – Ingresso
Trattoria La Lanterna. Venafro (Is) – Ingresso

Siamo nei pressi della Cattedrale e del Teatro Romano, il locale si trova nei locali adibiti anticamente a magazzino di un antico palazzo baronale, il contesto è caratteristico siamo anche nei pressi del Parco regionale agricolo storico dell’olivo di Venafro. Parcheggiamo senza problemi vicino alla struttura e ci accomodiamo.  L’ingresso è caratteristico e molto bello, sembra la porta di una casa storica, ci accompagnano al nostro tavolo, baciato dal sole di questa bella Domenica autunnale che filtrava da una porta con vetro. Notiamo anche un bellissimo spazio esterno, che crediamo sia ideale per pranzare o cenare all’aperto d’Estate. Oggi in trattoria c’è un menù fisso, la fame comincia a farsi sentire e allora cominciano le danze.
Arriva il buonissimo pane locale.

Il pane
Il pane

Si parte con gli antipasti, tutti prodotti del territorio, genuini e lavorati con semplicità. Cominciamo con tocchetti di frittata di peperoni, broccoli “friarielli” e polpette di melanzane fritte, un incipit stuzzicante….

Frittatine con peperoni, con broccoli friarielli e polpette di melanzane
Frittatine con peperoni, con broccoli friarielli e polpette di melanzane

Bruschette con il lardo di Colonnata, aromatico, profumato che si scioglieva letteralmente in bocca...

Bruschette con lardo di Colonnata
Bruschette con lardo di Colonnata

Melanzane e zucchine grigliate, buone nella loro semplicità.

Melanzane e zucchine grigliate
Melanzane e zucchine grigliate

Accompagniamo il tutto con una profumata focaccia al forno.

Focaccia al forno
Focaccia al forno

Poi un piatto “robusto” della cucina contadina locale: zuppa di soffritto di agnello.

Zuppa di soffritto di agnello
Zuppa di soffritto di agnello

Ma non finisce qui, l’antipasto della trattoria continua con dei buonissimi broccoli “friarielli” serviti all’insalata, freddi conditi con un buonissimo olio locale a crudo.

Broccoli friarielli
Broccoli friarielli

E ancora i fagioli nel coccio, un altro classico della cucina contadina.

Fagioli al tegamino
Fagioli al tegamino

L’antipasto è stato abbondante, caratterizzato da prodotti, piatti e pietanze della cucina contadina locale. Tutto realizzato con materie prime freschissime e cucinate con semplicità e senza fronzoli.
Ecco il primo, una squisita lasagna al forno con polpettine di carne. Buonissima.

Lasagne con polpettine di carne
Lasagne con polpettine di carne

Ci concediamo una piccola pausa nel giardino esterno in attesa che arrivi il secondo. Il tempo di entrare ed ecco l’arista di maiale servita con patate al forno, altro classico.

Arista di maiale con patate al forno
Arista di maiale con patate al forno

Ci portano anche la frutta prima del dolce. Arance, mandarini, melograno e la feijoa, un frutto tropicale con una polpa profumatissima ed aromatica.

Frutta – arance, mandarini, feijoa e melograno
Frutta – arance, mandarini, feijoa e melograno

Poi il dolce, due proposte che ci dividiamo per assaggiarle entrambe. Una morbidissima torta agli agrumi, davvero buona.

Torta agli agrumi
Torta agli agrumi

E una millefoglie scomposta, eccezionale.

Millefoglie scomposta
Millefoglie scomposta

Accompagniamo il dessert con caffè e l’immancabile liquore di genziana (da queste parti ed anche in Abruzzo è un must).

Liquore di genziana
Liquore di genziana

Chiediamo il conto e paghiamo per il nostro pranzo la modica cifra di 25 euro a persona. Rapporto qualità- prezzo da non credere.

La Trattoria La Lanterna è un posticino che ci sentiamo di consigliare, qui si sta davvero bene. La location è molto caratteristica, Il personale è gentile e cortese, i sorrisi la fanno da padrone, i titolari sono tutti impegnati a far sentire gli ospiti coccolati. La cucina è genuina, verace, fatta con prodotti del territorio preparati senza fronzoli particolari. Non aspettatevi effetti straordinari o piatti da gourmet ma una cucina sincera e verace quello si e (cosa importante) il portafogli non ne risentirà, il rapporto qualità-prezzo è davvero ottimo.


Trattoria La Lanterna 
Via Terme
Venafro (Is)
Tel. 0865 904627 – 338 3637314
Visita il sito web della Trattoria La Lanterna

 

Pubblicato in Molise
Mercoledì, 03 Gennaio 2018 12:55

Pizzeria Antovin. Airola (Bn)

Nel nostro viaggio per raccontarvi le pizzerie di qualità siamo stati ad Airola, centro dalla storia interessante e situato proprio di fronte al maestoso ed austero Monte Taburno che la guarda come un guardiano bonario. Qui c'è Antovin, dove trovate una pizza di tutto rispetto...

Nel nostro viaggio per raccontarvi le pizzerie di qualità siamo stati ad Airola, centro dalla storia interessante e situato proprio di fronte al maestoso ed austero Monte Taburno che la guarda come un guardiano bonario.

Uno degli indirizzi sicuramente da tenere in agenda in Valle Caudina si trova proprio qui e parliamo di Antovin. Per noi non è una novità, ci siamo stati già in passato più volte, l’ultima più o meno un anno fa. Ma noi Templari del Gusto siamo così, siamo la voce della gente e la gente vuole capire, vuole certezze, quindi a distanza di tempo abbiamo deciso di tornare, di riprovare, di gustare di nuovo, di cogliere le evoluzioni, i cambiamenti e cercare eventuali conferme del buono che abbiamo già appurato.
Così siamo tornati in questa pizzeria per gustare nuovamente la pizza di Alessandro Tirino. Ma andiamo per ordine.
Antovin si raggiunge facilmente e cosa importante dispone di un comodo parcheggio così si sta tranquilli con l’auto. Ci accomodiamo, il locale dispone di due belle sale grandi con arredi moderni ed ha anche un dehor esterno (che d’Estate o comunque nei mesi più caldi è un valore aggiunto).

L’accoglienza è cordiale. Ci offrono delle zeppoline calde calde, (graditissimo e stuzzicante omaggio che fanno ai clienti). Intanto consultiamo il menù pizza, (con le pizze innovative, le tradizionali, i ripieni, le pizze fritte e quelle dessert), è davvero ben studiato con poco più di trenta proposte.

Noi abbiamo gustato una Modenese IGP con mozzarella fior di latte del Taburno, olio EVO, salsiccia rossa di Castelpoto , rucola fresca, scaglie di grana e riduzione di aceto balsamico di Modena IGP. Ottima.

La Modenese IGP
La Modenese IGP

Una Contadina con mozzarella fior di latte del Taburno, Olio EVO, porchetta locale e patate al forno speziate al rosamarino. Un vero trionfo dei sapori contadini locali e che profumo! Buonissima…

La Contadina
La Contadina

E una Antovin 2 con pomodoro San Marzano DOP, mozzarella fior di latte del Taburno, Olio EVO, scamorza affumicata del partenio, funghi porcini del Matese e salsiccia fresca artigianale.

Antovin 2
Antovin 2

Ci siamo poi lasciati tentare dalla specialità di casa la Pizzeppola una goduriosa invenzione di Alessandro Tirino, in pratica è un po’ zeppola e un po’ pizza con il cornicione ripieno di crema pasticcera, e poi in uscita dal forno, viene farcita con un trionfo di crema pasticcera e amarene. Una bontà che si trova sul menù in ogni periodo dell’anno. Da applausi !

La Pizzeppola
La Pizzeppola

Abbiamo trovato un impasto sicuramente di tipo diretto, Alessandro Tirino sa il fatto suo, ma una delle cose che di lui ci piace di più è l’umiltà. Abbiamo riscontrato nell’impasto delle pizze un’ottima fragranza, questo perché probabilmente il pizzaiolo usa un blend di farine fra la 0 e la 00. Il resto lo fa la maestria nella lavorazione dell’impasto. La pizza si presenta con il disco ben steso, con un diametro leggermente più ampio del piatto, i condimenti per il topping sono abbondanti e di qualità, con tanti presidi slow food e materie prime a Km zero.

Il nostro parere:
Impasto di tipo diretto
• Uso di materie prime di livello e prodotti del territorio di ottima qualità
• Servizio rapido, cortese e puntuale
• Ottimo rapporto qualità – prezzo
• Pizzeppola dessert TOP

Antovin ad Airola si conferma alla grande ed é pronta ad entrare nella guida “Templare” alle pizzerie di qualità. Qui trovate una pizza fatta con passione e amore. Alessandro Tirino è davvero bravo, da qualche anno poi ha cominciato una particolare ricerca sui grani autoctoni e antichi, stabilendo un significativo rapporto con Slow food. Da notare come in alcuni giorni sia possibile provare l’impasto ai cereali antichi.

Inoltre Antovin propone la pizza “gluten free” per gli intolleranti al glutine. Ah dimenticavamo di dirvi che oltre ad essere pizzeria è anche un buon ristorante. Da rimarcare la cortesia, la gentilezza del personale, veloce ed efficiente e un conto che non farà piangere il vostro portafogli. Anzi ! Abbiamo trovato un ottimo rapporto qualità prezzo.
Nota di merito per la Pizzeppola… è una libidine. Serve altro? Fateci un salto.


Antovin
Via Caudisi, n. 11
Airola (Bn)
Tel. 333 433 4774
Visita il sito web di Antovin

Pubblicato in Campania
Pagina 6 di 6

nasce con una finalità ben precisa: proporsi come un nuovo modo di raccontare il food, dinamico, creativo, accattivante, fuori dai soliti schemi.

Search