Home / Cucine Templari / Cucine Regionali / Cucina nella Campania / Taberna del Principe, Sirignano (Av)

- Un posto sorprendente tra prodotti tradizionali e innovazione

Taberna del Principe. La sala
Taberna del Principe. La sala

Taberna del Principe, Sirignano (Av)

- Un posto sorprendente tra prodotti tradizionali e innovazione

Pin It

Finalmente un ristorante di alta cucina anche nel baianese e che cucina direi ! Procediamo però con ordine…

I pani.

I pani.

E’ un venerdì di Gennaio e avendo saputo dell’ “inaugurazione” del nuovo menù invernale io e mia moglie ci siamo recati alla “Taberna del Principe”a Sirignano. Siamo a pochi km da Baiano a poche centinaia di metri dall’uscita di Baiano dell’A 16 Napoli-Bari. Il locale lo si trova facilmente.

Polpetta di ricotta impanata al couscous su letto di crema di ceci e rosmarino.

Polpetta di ricotta impanata al couscous su letto di crema di ceci e rosmarino.

Uovo Fritto con crema di aglio aromatizzata alla nocciola avellana, su crema di broccoli.

Uovo Fritto con crema di aglio aromatizzata alla nocciola avellana, su crema di broccoli.

Alla guida di questo piccolo, ma accogliente ristorante, c’è il giovane  chef Giovanni Arvonio,il quale ha frequentato (e con profitto,direi) l’ ALMA del maestro Gualtiero Marchesi.  Accolti dal maitre di sala, ci accomodiamo e sfogliamo il nuovo menù: il maitre ci racconta come lo chef abbia voluto utilizzare soprattutto prodotti locali, trasformandoli e lavorandoli in materia incredibile, cambiando menù ad ogni stagione.

Braciola in crudo, con uvetta, pinoli, pesto di prezzemolo ed aglio con pane soffritto e crema di bufala.

Braciola in crudo, con uvetta, pinoli, pesto di prezzemolo ed aglio con pane soffritto e crema di bufala.

Lingua di scottona con minestra maritata essiccata, aringa affumicata e brodo di pollo.

Lingua di scottona con minestra maritata essiccata, aringa affumicata e brodo di pollo.

Cominciamo con l’entree della casa una “polpettina di ricotta impanata con couscous, su un letto di crema di ceci e rosmarino”: saporita e delicata al contempo, una fusione tra prodotti nostrani ed influenze mediorientali. Davvero buona. Passiamo poi agli antipasti. Io opto per un “uovo fritto con crema di aglio aromatizzata alla nocciola avellana, su crema di broccoli”: per me una delle sorprese della serata un gusto intenso, travolgente e per nulla pesante, con la rivelazione della crema all’ aglio. Mia moglie opta per un’altrettanto ottima “braciola in crudo, con uvetta, pinoli, pesto di prezzemolo ed aglio con pane soffritto e crema di bufala”: una rivisitazione della braciola fatta in carpaccio, dove il contrasto dei sapori e delle consistenze genera un’armonia perfetta. Il tutto accompagnato da panini e grissini, rigorosamente autoprodotti.

Risotto vialone nano con cipolla dorata cotta al forno, tartufo nero e yogurt di bufala.

Risotto vialone nano con cipolla dorata cotta al forno, tartufo nero e yogurt di bufala.

Spaghettone con gamberi, pepe di Sichuan e limone.

Spaghettone con gamberi, pepe di Sichuan e limone.

Nell’attesa dei primi lo chef ci offre un assaggio di un altro antipasto che a suo dire dovevamo provare : una “lingua di scottona con minestra maritata essiccata, aringa affumicata e brodo di pollo”: una squisitezza con la chicca della minestra maritata essiccata dopo un processo lungo e difficile, che però ha dato al piatto un sapore eccellente. E’ il momento dei primi. Scelgo un ottimo “risotto vialone nano con cipolla dorata cotta al forno, tartufo nero (della zona ovviamente) e yogurt di bufala”: una delicatezza per palati fini che difficilmente scorderò. Mia moglie opta per uno “spaghettone (pastificio Gentile di Gragnano) con gamberi, pepe di Sichuan e limone”, un’altra prelibatezza”.

Maiale steccato al tartufo, cotto sotto sale, con sugo legato alla senape e carciofi arrostiti.

Maiale steccato al tartufo, cotto sotto sale, con sugo legato alla senape e carciofi arrostiti.

Baccalà (scottato in padella) su letto di sedano rapa e polvere di liquirizia.

Baccalà (scottato in padella) su letto di sedano rapa e polvere di liquirizia.

Largo poi ai secondi: io prendo“maiale steccato al tartufo, cotto sotto sale, con sugo legato alla senape e carciofi arrostiti”: un piatto importante, lavorato al tavolo, molto saporito (ed in qualche punto appena un po’ troppo salato, ma sono dettagli.), con la salsa in particolare che mi ha davvero colpito. Mia moglie ha optato per “baccalà (scottato in padella) su letto di sedano rapa e polvere di liquirizia”: un abbinamento coraggioso, ma davvero intrigante

Prima del dessert lo chef ci propone un assaggio di dolcini e pasticcini, per poi passare al dolce,ovvero una “bavarese con spugna secca (una sorta di pan di spagna essiccato e sifonato) salsa e mou, tutto alla nocciola”: una maniera perfetta per concludere una cena del genere.

Bavarese con spugna secca, salsa e mou, tutto alla nocciola.

Bavarese con spugna secca, salsa e mou, tutto alla nocciola.

Vi aspettereste a questo punto, data la qualità dei prodotti e la lavorazione dei piatti, chissà quale conto, invece in due abbiamo pagato per questo ben di Dio più una bottiglia di minerale ( sono astemio) appena 65 euro in due. Incredibile ma vero!

Diciamo che con un vino medio siamo sui 40 euro a persona

Mi sento di fare i miei sinceri complimenti a Giovanni Arvonio e al suo team, lui è un giovane chef che ha deciso di investire su di se e soprattutto di farlo nella sua terra di origine (è originario di Avella a due passi da Sirignano), un motivo in più per consigliare a tutti voi di andarlo a trovare nella sua “Taberna del Principe”.

di Enrico Di Roberti

 

 

Taberna del Principe – Sapori del sud

Via Nazionale delle Puglie n.90

Sirignano (Av)

tel. 349 8648733

 

visita il sito web del ristorante Taberna del Principe 



Loading Facebook Comments ...

Utilizzando il sito e proseguendo con la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi