Home / Senza categoria / Rape e patate con pizza di “granone”

- Ricetta dello chef Mauro Reda. Ristorante “Castrum Serpici-Corte dei Filangieri”, Candida (Av)

Rape e patate con pizza di "granone".
Rape e patate con pizza di "granone".

Rape e patate con pizza di “granone”

- Ricetta dello chef Mauro Reda. Ristorante “Castrum Serpici-Corte dei Filangieri”, Candida (Av)

- Ricetta dello chef Mauro Reda. Ristorante “Castrum Serpici-Corte dei Filangieri”, Candida (Av)

503 Visite

Pin It

Ingredienti:

– Rape (le foglie)
– Patate
– Alici (1 per persona)
– Peperoncino q.b. (facoltativo)
– Olio d’oliva
– Aglio
– Sale q.b.
– fettine di pancetta paesana per guarnire

Procedimento

Mettiamo le patate in acqua salata, portiamo a bollore, quindi aggiungiamo le rape e cuociamo bene. Togliamo le rape, scoliamole ed eliminiamo l’acqua in eccesso (strizzandole se necessario). Sbucciamo le patate e schiacciamole con lo schiacciapatate. In una terrina mettiamo le rape e tagliamole grossolanamente, uniamo le patate schiacciate, aggiustiamo di sale e mescoliamo bene.

In una padella scaldiamo l’olio, rosoliamo l’aglio, aggiungiamo le alici (e il peperoncino) e lasciamo cuocere finché le alici non saranno dissolte. Trasferiamo le verdure nella padella, mescoliamo bene e lasciamo insaporire per 1-2′. Serviamo caldo.

Non lesinate con l’olio d’oliva! Volendo, possiamo schiacciare ulteriormente le verdure per ottenere quasi una crema.

Nella tradizione irpina, le rape e patate si accompagnano sempre con la tradizionale PIZZA DI GRANONE.

Ingredienti:

– 500 gr. farina di granone
– 100 gr. farina bianca
– sale e acqua

Preparazione

Mettere una pentola di rame sul fuoco con acqua e sale. Portare l’acqua ad ebollizione e aggiungere in un sol colpo la farina di granone mischiata alla farina bianca. Mescolare velocemente con un cucchiaio di legno finché non si stacca dal fondo della pentola. Capovolgere il tutto su un piano da lavoro e bagnando le mani in acqua fredda formare una palla; stendere l’impasto.
La pizza può essere cotta anche al forno o fritta in padella. Anticamente veniva cotta in un “chingo”, recipiente in terracotta di forma rotonda simile ad una padella senza manico.

 

Visita il sito del ristorante La Corte dei Filangieri

Utilizzando il sito e proseguendo con la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi