Home / Senza categoria / Pesce e galateo

- Le regole per servirlo e mangiarlo correttamente

galateo pesce
galateo pesce

Pesce e galateo

- Le regole per servirlo e mangiarlo correttamente

- Le regole per servirlo e mangiarlo correttamente

250 Visite

Pin It

Il galateo contempla, tra le tante regole, tutta una serie di attenzioni che sono necessarie nel momento in cui decidiamo di servire e poi mangiare del pesce.

In linea generale, il pesce è la portata centrale di un pasto e che comunque precede sempre la carne, anche in caso di grigliata. Costituiscono un’eccezione  le zuppe di pesce che sono primi piatti ed i mitili spesso serviti come antipasto.

Premettendo che esistono diverse varietà di pesce ed altrettanti modi di cucinarli, starà a noi scegliere di volta in volta come prepararli al fine di esaltarne il sapore.

Accanto al piatto di ogni singolo commensale vanno posizionate le posate. La forchetta è più corta e più larga di quella tradizionale mentre il coltello è rotondeggiante e meno affilato di quello classico.

Se il primo piatto è una pasta o un risotto, il coltello da pesce andrà messo a destra, accanto al piatto, seguito dalla forchetta normale più esterna (la prima posata che viene utilizzata); sulla sinistra andrà messa la forchetta da pesce.

Se il pesce è molto grande, sarà nostra premura munirci di un vassoio ovale e di grandezza adeguata così da riuscire a contenere anche la coda.

Tutti i molluschi vanno serviti aperti su un piatto di portata, possibilmente adagiati su uno strato di ghiaccio tritato. Stesso discorso vale per le ostriche, per mangiare le quali sono utili delle apposite forchettine per staccare dal guscio il mollusco. Le aragoste vanno servite intere ed accompagnata da uno schiacciachele.

Il pesce va portato a tavola intero: se siamo al ristorante, sarà il cameriere a pulirlo e sfilettarlo; se siamo ospiti a casa d’altri, ci penserà la padrona di casa. Nel caso dovessimo provvedere autonomamente, con la forchetta si procede in primis a staccare la testa e la coda, spostandole su un lato del piatto. Successivamente, con delicatezza faremo un taglio lungo tutta la lunghezza del pesce, aprendolo in due parti. Eliminate la lisca e la pelle, le porremo in disparte vicino alla testa e alla coda.

Infine, poichè il pesce rilascia sulle mani un odore fastidioso, è buona norma sistemare alla sinistra di ogni commensale coppette lavadita con acqua tiepida e succo di limone.

Utilizzando il sito e proseguendo con la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi