Home / In Evidenza / I paccheri “allardiati” dell’Osteria La Chitarra. Napoli

- Una ricetta tipica napoletana dello chef Giuseppe Maiorano

I paccheri allardiati dell'Osteria La Chitarra. Napoli
I paccheri allardiati dell'Osteria La Chitarra. Napoli

I paccheri “allardiati” dell’Osteria La Chitarra. Napoli

- Una ricetta tipica napoletana dello chef Giuseppe Maiorano

Pin It

La filosofia è una forma d’amore per il pensiero che riesce ad osservare la realtà meravigliandosi attimo dopo attimo; anche la cucina ha la sua filosofia, lì dove il gusto è il senso capace di smuovere piacevolmente i pensieri e dove bisogna seguire la saggia linearità dei movimenti di una ricetta per poter ottenere alla fine un piatto squisito.

Lo chef Giuseppe Maiorano

Lo chef Giuseppe Maiorano

L’antico filosofo greco Eraclito nel lontano V secolo A. C. nella sua accurata analisi sull’impalpabile abbraccio tra opposti invitò a comprendere come la fame potesse rendere dolce la sazietà, inoltre c’è uno dei suoi più celebri aforismi che può aiutare nella descrizione di un determinato locale napoletano: “la strada in salita e in discesa è una sola e la medesima” con la sua velata promessa di una salita non troppo difficoltosa e di una discesa che non sia una caduta negativa è una frase che ben si accosta all’immagine di Via Mezzocannone, la larga strada che collega Corso Umberto con Piazza San Domenico nota per essere crocevia di molti studenti grazie all’ubicazione in zona di numerose sedi universitarie.

I paccheri allardiati dell'Osteria La Chitarra. Napoli. Fasi della preparazione

I paccheri allardiati dell’Osteria La Chitarra. Napoli. Fasi della preparazione

Andando in salita per Via Mezzocannone vi è una traversa sulla sinistra: è Via Rampe San Giovanni Maggiore e lì si trova una serie di gradini di piccole dimensioni che permette di arrivare all’ingresso della Osteria La Chitarra, una golosa realtà di una dozzina di tavoli che è attiva dal 1996. Una sala unica a pareti dal colore caldo per una dozzina di tavoli regala un’atmosfera intima ma conviviale, mentre la cantina è in un ambiente sotterraneo. La cucina si trova adiacente alla sala principale ed è il regno del sorridente chef Giuseppe Maiorano, fedelmente coadiuvato dalla dolcissima moglie Anna Maria nel proporre piatti della tradizione partenopea. Tra i piatti proposti è impossibile non parlare dei paccheri allardiati.

Il termine ‘pacchero’ ha origine greca ed è l’unione delle parole ‘tutto’ e ‘mano’, indicando dunque l’uso spianato della mano: come significato determina, infatti, il gesto di uno schiaffo scherzoso a mano aperta e sono molte le espressioni napoletano che usano questo vocabolo, come “stare sotto al pacchero”, in altre parole stare sotto i comandi di qualcuno. Ma pacchero è anche il nome di un particolare tipo di pasta proprio di tradizione campana, chiamato per l’appunto anche schiaffone, a tavola proposto anche riempito come se fosse un piccolo cannellone ma è diffusa la versione a formato classico, accompagnato a sughi succulenti.

 

Ecco la ricetta per poter cucinare a casa i paccheri allardiati.

 

Ingredienti per 4 persone:
– 500 gr. paccheri
– 500 gr. di pomodorini
– 200 gr. di lardo
– Mezza cipolla
– Sale e pepe e olio
– Abbondante pecorino

Procedimento:

Tagliare col coltello il lardo formando pezzi molto piccoli. In una padella soffriggere la cipolla e dopo alcuni minuti aggiungere il lardo, rimestando energicamente a fuoco vivo per qualche minuto. A questo punto mettere i pomodorini e salare e pepare a piacere, aggiungere il formaggio continuando a cuocere a fuoco vivo. Scolare i paccheri al dente e unirli al composto in padella e solo alla fine a fuoco spento mantecare con altro abbondante formaggio. Buon appetito!

 

Osteria La Chitarra 

Rampe S. Giovanni Maggiore. 1/b

Napoli

Tel. 081 552 91 03

Visita il sito web dell’Osteria La Chitarra 



Loading Facebook Comments ...

Utilizzando il sito e proseguendo con la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi