Home / Senza categoria / Operazione frittura

- consigli per friggere al meglio

consigli per friggere al meglio
consigli per friggere al meglio

Operazione frittura

- consigli per friggere al meglio

- consigli per friggere al meglio

197 Visite

Pin It

La frittura è un richiamo per il nostro palato: è certo risaputo che questa tipologia di cottura non sia salutare, ma sulla bontà non si transige! Si friggono il pesce, le verdure (ricordiamo quelle in pastella), i dolci (le graffe ad esempio), ma in primis le patatine, delizia per grandi e piccoli.

Purtroppo l’odore post-frittura è davvero sgradevole. Per evitare questo inconveniente, potrà esserci d’aiuto un pentolino con aceto ed acqua: mettendolo sul fuoco, il vapore sprigionato andrà a contrastare l’odore di fritto. In alternativa, si può mettere un pezzo di mela nel recipiente di cottura, preferibilmente una padella di ferro che è la migliore per la frittura.

Qual è la temperatura giusta per friggere?

Il metodo più semplice per capire se l’olio è  alla giusta temperatura consiste nell’immergervi la punta di uno stuzzicadenti: se fa tante bollicine, l’olio è pronto.
I cuochi usano appositi termometri da cucina, ma in questo caso bisogna fare particolare attenzione nella scelta di strumenti che siano veramente idonei. Ad ogni modo per un fritto di piccola e media grandezza la  temperatura ideale è di 176° C.

Quale olio bisogna usare?

Come abbiamo visto nell’articolo sugli oli, questi hanno caratteristiche diverse, una delle quali riguarda il punto di fumo ovvero la temperatura a cui un grasso alimentare riscaldato si decompone rilasciando sostanze tossiche. Per questo motivo, assume ancora più rilevanza la scelta dell’olio che si usa per friggere. Premesso che è indispensabile che sia sempre pulito, l’olio più adatto è l’extravergine di oliva, soprattutto per il fritto salato. Anche l’olio di semi di arachidi e lo strutto sono validi visto che, al pari dell’extra-vergine, hanno un punto di fumo elevato. Il burro invece tende a bruciare subito a causa del basso punto di fumo, motivo per cui è preferibile usarlo chiarificato se si vuole procedere alla rosolatura.

Consigliamo infine di non friggere alimenti eccessivamente grossi: questi infatti assorbono grandi quantità di grasso e richiedono tempi lunghi di cottura.

Utilizzando il sito e proseguendo con la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi