Home / Senza categoria / Olio piccante

- come prepararlo

olio piccante
olio piccante

Olio piccante

- come prepararlo

Pin It

Avete voglia di un olio piccante da poter gustare tutto l’anno? Una volta che avete a disposizione dei peperoncini essiccati, dovrete preoccuparvi solo di stare attenti alla preparazione. E’ sempre preferibile infatti che i peperoncini siano debitamente essiccati:  ciò farà in modo che venga ridotto ai minimi termini il rischio che si sviluppi il botulino (batterio molto dannoso per l’uomo).

ESSICCAZIONE DEI PEPERONCINI

– Scegliete in primis peperoncini della miglior qualità possibile e tagliateli a metà.
– Sistemateli sopra un telo ed esponeteli al sole diretto (la notte i peperoncini vanno ricoperti con panni puliti, da togliere poi il mattino seguente).
– Girateli dopo circa 9 ore: in questo modo il risultato sarà più omogeneo.

L’alternativa al sole diretto può essere il forno: mettete la temperatura a 80° (forno preriscaldato) oppure a 50° (forno ventilato con sportello leggermente socchiuso).

PREPARAZIONE DELL’OLIO PICCANTE

– Ad essiccazione completata, lavate i peperoncini ed eliminate il gambo.
– Metteteli in vasetti di vetro, ricopriteli completamente con olio extravergine di oliva e chiudete i coperchi.
– Conservate i vasetti in un luogo buio per un mese, ricordando una tantum di agitarli.
– A macerazione avvenuta, eliminate i peperoncini filtrandoli mentre travasate in bottigliette pronte all’uso.


Qualche piccola nota aggiuntiva

Nella macerazione possono essere aggiunti a proprio gusto spicchi di aglio, rosmarino o finocchietto.
Se inoltre preferite un gusto più delicato, aggiungete olio fresco in infusione; se al contrario preferite un gusto più forte, lasciate in infusione per 45 giorni.
Ci teniamo a precisare infine che, come per tutte le conserve realizzate in casa, se all’apertura notate rigonfiamenti atipici, cattivo odore o una strana consistenza, sarà meglio buttare il tutto.

It was clear that get here now if they had the right tools to learn independently they could thrive

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Utilizzando il sito e proseguendo con la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi