Home / Senza categoria / La scarcella

- Il dolce pugliese della Pasqua

scarcella pugliese
scarcella pugliese

La scarcella

- Il dolce pugliese della Pasqua

- Il dolce pugliese della Pasqua

514 Visite

Pin It

La scarcella (in pronuncia barese: scarcedda) è uno dei dolci pugliesi più conosciuti e apprezzati.

Questo grosso biscotto, variamente forgiato e decorato, non deve mai mancare sulla tavola il giorno di Pasqua: la tradizione vuole che le mamme e le nonne la preparino all’inizio della Settimana Santa e, la mattina di Pasqua, la facciano trovare ai bambini per la loro prima colazione!

La scarcella ha origini molto antiche: basti pensare alla sua forma semplice e originariamente arrotondata (che richiamava, in tempi remoti, la fortuna) e all’uovo posto al suo centro, che secondo la tradizione evoca la nascita e la vita nuova.

Lo stesso nome scarcella ha radici controverse: potrebbe essere associato alla forma della ciambella ma anche al gesto di scarcerare (liberare) l’uovo dall’intreccio della frolla per poter poi spezzare e mangiare il dolce!

Con il passare dei secoli, questa ricetta si è diffusa in tutto il Sud Italia, cambiando forma e sostanza a seconda delle varie tradizioni locali pugliesi e non solo; ciò che rende simili tutte le scarcelle è la pasta biscottata (simile a una frolla) di cui sono fatte e la presenza di motivi decorativi quali le uova (sode o di cioccolato) e i confettini colorati.

La ricetta che vi propongo io è quella che ancora oggi prepara la mia mamma: lei ricorda che sua nonna preparava tante piccole scarcelle per tutta la famiglia, e a ciascuna dava una forma particolare: a qualcuno toccava il cestino con il manico, a qualcun’altro la gallina, a un altro ancora la colomba… e per i più piccoli era una gioia ricevere una scarcella speciale, diversa da quelle che vedevano nelle vetrine delle pasticcerie!

 

Ingredienti per 4 scarcelle del diametro di circa 20 cm ciascuna

500 gr di farina “00”
200 gr di zucchero semolato
2 uova intere
50 ml di olio di oliva
7 gr di ammoniaca per dolci
latte q.b. (orientativamente ½ bicchiere)

per decorare

4 uova sode
confettini colorati e zucchero semolato a piacere

Procedimento

Lessare le 4 uova per la decorazione e lasciarle raffreddare.

Impastare tutti gli ingredienti insieme, aggiungendo tanto latte quanto ne assorbe l’impasto: è importante regolarsi a occhio e fermarsi quando la pasta sta insieme formando un panetto abbastanza morbido da essere steso.

Dividere l’impasto ottenuto in 4 parti uguali e stendere ciascuno allo spessore di 1 cm.

Sistemare nelle teglie unte e infarinate e disporre al centro di ogni scarcella un uovo sodo, quindi “incarcerarlo” incrociando su di esso due striscioline di pasta avanzata.

Spennellare con un goccio di latte e cospargere di zucchero e confettini colorati.

Cuocere in forno a 160°C fino a quando la superficie di ogni scarcella non risulterà ben dorata.

Utilizzando il sito e proseguendo con la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi