Home / Senza categoria / Come conservare correttamente gli alimenti in frigorifero
come conservare alimenti in frigo
come conservare alimenti in frigo

Come conservare correttamente gli alimenti in frigorifero

Pin It

La conservazione degli alimenti in frigorifero necessita di alcune dritte indispensabili che riguardano innanzitutto un’adeguata disposizione dei vari prodotti nei diversi scomparti e le temperature idonee.

Premesso che una volta rientrati dalla spesa è importante riporre rapidamente gli alimenti alla giuste temperatura di conservazione, dobbiamo sapere che nei vari ripiani del frigorifero essa non è mai la stessa. La temperatura ottimale è di 4°C ed inoltre:
– il punto più freddo del frigorifero è solitamente il ripiano più basso (2°-4°C), sopra il cassetto per le verdure;
– gli scomparti all’interno della porta sono quelli più caldi (fino a 10°-15°C);
– la temperatura dei ripiani intermedi varia dai 5°C circa delle mensole centrali agli 8°C della mensola più alta;
– i cassetti in basso arrivano massimo ai 10°C.
Gli alimenti più “vecchi” vanno posti davanti a quelli acquistati più di recente: questo ci consente di rispettare automaticamente la data di scadenza e di conseguenza evitare lo spreco di cibo.

Vediamo ora nel dettaglio vediamo dove sarebbe più corretto posizionare le varie tipologie di alimenti.

Cassetto in basso:
frutta e verdura che non tollerano bene le basse temperature.

Scomparto in basso:
carne, pollame, cibi crudi e pesce.

Scomparto centrale:
affettati, verdure cotte, cibi cotti, salse e sughi, torte, avanzi e i prodotti con la scritta “dopo l’apertura conservare in frigorifero”.

Scomparto in alto:
uova, formaggi, dolci e yogurt.

Sportello:
tutti i prodotti che necessitano solo di una leggera refrigerazione (ad es. bibite e burro).

Infine, bisogna preservare meticolosamente la catena del freddo, provvedendo ad una regolare manutenzione del frigorifero. Come?
– pulendolo di tanto in tanto, sbrinandolo e rimuovendo eventuali incrostazioni;
– non riponendo mai cibi ancora caldi, ma quando sono sufficientemente freddi;
– posizionando gli alimenti in contenitori puliti e bassi, coperti o avvolti con pellicola (questo non solo impedirà la perdita di sapore ed umidità a contatto con l’aria, ma anche eventuali fastidiosi sgocciolamenti);
– aprendo e chiudendo il frigorifero il meno possibile;
– in estate mettendo il termostato ad una temperatura più fredda rispetto all’inverno;
–  non riempiendo eccessivamente il frigorifero rischiando così di andare ad alterare la temperatura.

Utilizzando il sito e proseguendo con la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi