Home / Senza categoria / Carne morbida e succosa? Ecco come
consigli per una carne morbida
consigli per una carne morbida

Carne morbida e succosa? Ecco come

Pin It

Una carne morbida, succosa, piacevole al palato, ma anche alla vista: qualunque sia la sua preparazione, è questo quello che ci proponiamo come risultato di cottura.

Ogni accorgimento nella preparazione e nella successiva cottura non sortisce effetto se commettiamo errori nello scegliere la carne ed il taglio giusto. Può capitare spesso che si perda tanto tempo per cucinare al meglio un brasato, uno spezzatino e poi la carne risulta alla fine asciutta e peggio ancora dura! Il primo step dunque necessario è non sbagliare la scelta, tenendo presente che il prezzo alto di certo non garantisce che sia il taglio che ci occorre.

Procedendo alla preparazione, per far sì che la carne sia tenera e succosa, ma soprattutto che mantenga intatti i valori nutrizionali, dovremmo prima rosolarla e poi cuocerla normalmente: quest’azione farà in modo che i succhi non vadano dispersi.

Tutti avrete visto che talvolta capita che la carne si arricci, perdendo così il suo caratteristico aspetto piatto. Possiamo ovviare a ciò incidendo con il coltello tre punti e la fascia grassa tutt’intorno.

Se desideriamo inoltre una carne di minor spessore, ci basterà usare un batticarne, interponendo però un foglio di carta forno per evitare che le fibre si rompano.

Prima della cottura, evitiamo di mettere sale: questo infatti potrebbe portare a disperdere i succhi, stesso motivo per cui non dobbiamo assolutamente bucherellarla con la forchetta. Per la carne del pollo questa accortezza non è necessaria, visto che si cuoce meglio proprio se la bucherelliamo.

Per quanto riguarda i medaglioni di filetto e l’arrosto, per far sì che mantengano una bella forma, vi consigliamo di legarli lungo tutto lo spessore con dello spago da cucina. Se il taglio dell’arrosto è molto magro, possiamo sottoporla a lardellatura.

Per quanto riguarda la carni selvatiche, spesso il gusto forte potrebbe disturbare un po’. Una marinatura risolve il problema.

A cottura ultimata, cerchiamo di far riposare la carne almeno un po’, possibilmente tanto quanto il tempo di cottura. Inoltre per avere una carne tenera è consigliabile farla riposare avvolta nella carta stagnola. In tal modo le fibre, che sono state sottoposte a shock termico, potranno riassorbire i succhi andati persi e rilassarsi.

Utilizzando il sito e proseguendo con la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi